La via del sale

MICHELE GAZICH
La via del sale
(FonoBisanzio 2016, FB08CD)

La via del sale
Un tempo la fuga era un’arte
Storia dell’uomo che vendette la sua ombra
Viaggio al centro della notte
Dia de shabat
Collemaggio
Barcellona, Sicilia
La vita non vive
La biblioteca sommersa
Una lettera dalla barricata
Fontanigorda

 

Prima del petrolio c’era il sale

Un tempo il sale era prezioso come l’oro e preziose erano anche le vie attraverso le
quali veniva trasportato in tutto il mondo conosciuto: queste vie oggi hanno perso
il loro senso originario e i luoghi che esse percorrevano sono abbandonati, quasi
dimenticati. Un giorno anche gli oleodotti saranno dimenticati.
Ho spesso percorso la Via del sale che, in Italia, si arrampica dalla Liguria sull’Appennino
per poi scendere verso la pianura padana. Oggi è poco più di un sentiero tra paesi
disabitati o in procinto di diventarlo: è un monumento umile, a ricordo della gloria
passata.
Sopravvivono ancora, tuttavia, musicisti e strumenti tradizionali legati ai tempi
che furono, quando la via era importante. Ho recuperato questi strumenti arcaici e
li ho accostati al mio violino, alla mia voce e ad altri voci e strumenti decisamente
contemporanei, perché non volevo realizzare un’operazione nostalgica e revivalistica
o un calligrafico esercizio di stile che non turbasse le coscienze. La vita è troppo breve
per giocare. Ho perciò strappato questi strumenti alle loro terre e ho contestualizzato
il loro rimpianto, il loro grido e il loro lamento in musiche e parole che ho composto
oggi – qui ed ora – per raccontare l’Europa di oggi, fatta di resti industriali, maestose
rovine del terziario, biblioteche sommerse dalle acque, città distrutte, migrazioni e
barricate: le nostre contemporanee Vie del sale.

 

Testi e musiche di Michele Gazich
Arrangiamenti archi, arrangiamenti fiati: Michele Gazich
Registrato da Paolo Costola tra il 2 febbraio 2015 e il 17 gennaio 2016
presso lo studio MacWave di Brescia
Mixato da Paolo Costola e Michele Gazich tra il 20 gennaio e il 7 giugno 2016
Masterizzato da Paolo Costola
Fotografia di copertina
(“Michele Gazich nell’atto di trasformare il sale in sale”): Giovanni Cavalli
Progetto grafico: Angela Iussig
Traduzione inglese con la supervisione di Mary Gauthier
Grazie a: Luca Barachetti, Giorgio Bombelli, Frank Deja, Enrico Fappani,
Alexandra Lagorio, Nello Leandri, Corrado Mafioletti, Lara Molino, Giuseppe
“Pinì” Moretti, Tommaso Alessandro Priviero, Claudio Raschini
Stampato nel mese di giugno 2016 da Sonopress gmbh
per FonoBisanzio Editrice
Produzione esecutiva: Associazione Culturale Il Colore degli Angeli
Produzione artistica: Michele Gazich

 

 
 
previous next
X